1/12

Costruiamo

il tuo futuro 

insieme

La sigla OSS sta per Operatore Socio Sanitario: la figura di supporto infermieristico che si occupa di assistenza di base ai pazienti (malati, anziani o disabili), al fine di garantire il benessere psicofisico e sociale delle persone assistite. L'OSS lavora in varie strutture sanitarie, come ospedali pubblici e privati, case di cura e residenze sanitarie.

 

Che cosa fa un operatore socio sanitario?

 

Nel concreto, il compito dell’OSS è fornire assistenza a pazienti parzialmente o totalmente non autosufficienti sul piano fisico e/o psichico. Effettua sia interventi di tipo igienico-sanitario - aiuto nelle operazioni per la cura e l'igiene personale, vestizione, alimentazione, mobilizzazione, aiuto domestico e pulizia dell'ambiente - sia interventi di carattere socio-sanitario, come attività di animazione e di socializzazione per singoli o gruppi.

 

La responsabilità principale dell'operatore socio sanitario consiste nel rilevare i bisogni primari dei pazienti nelle attività di vita quotidiana e di igiene personale, e prestare aiuto per il loro soddisfacimento e per favorire il benessere e l'autonomia della persona. Ad esempio, nel casi di pazienti allettati in lunga degenza, l'operatore socio sanitario fornisce supporto nell'assunzione dei pasti, nella cura del corpo prevenendo ulcere da decubito, nel cambio della biancheria ecc.

L'OSS svolge anche semplici attività di supporto infermieristico (ad esempio il rilevamento dei parametri vitali, piccole medicazioni e bendaggi), ma solo dietro precisa attribuzione e indicazione dell’infermiere. Dai compiti dell'Operatore Socio-Sanitario sono infatti escluse azioni di competenza medico-infermieristica.

 

Quali sono gli sbocchi lavorativi di un operatore socio sanitario?

 

L'OSS trova lavoro in strutture sociosanitarie e assistenziali, residenziali e semi-residenziali come ospedali, cliniche private, case di riposo e residenze per anziani, residenze socio-assistenziali (RSA), oppure nel settore dell’assistenza domiciliare. A seconda della struttura, i servizi di natura socio-assistenziale e socio-sanitaria prestati si rivolgono a diverse tipologie di pazienti: bambini, persone anziane, persone con handicap, malati terminali, persone che soffrono di patologie psichiatriche.

Tipicamente il lavoro dell'Operatore Socio-Sanitario si svolge in équipe con altre figure delle professioni sanitarie: coopera e collabora con infermieri, educatori professionali, fisioterapisti ecc., sotto la supervisione di un medico.

 

Si può essere assunti come lavoratore dipendente oppure esercitare la libera professione. Per quanto riguarda l'orario di lavoro, il contratto di un OSS può essere full time oppure part time, e spesso è richiesta la disponibilità a lavorare su turni



 

Ente accreditato per la formazione superiore e continua ed orientamento presso la Regione Lazio con DGR n.1345 del 14/05/2009

ISO 9001:2015- AJAEU/14/13305-

progettazione, organizzazione ed erogazione

di corsi di formazione professionale